Corpo Musicale "G. Verdi"

di Ronco Briantino

Lo Statuto

Articolo I°
L’Associazione “CORPO MUSICALE G. VERDI”, con sede in Ronco Briantino presso le scuole elementari in via Pio XI, è stata costituita il 01/09/1987

Articolo II°
Scopo dell’Associazione è l’avviamento alla cultura e all’amore per la musica. A tale scopo, oltre alla formazione della Banda Musicale, promuoverà momenti di cultura musicale.
L’associazione non si prefigge scopi di lucro ed è completamente apartitica e apolitica.

Articolo III°
L’Associazione si compone di soci benemeriti, soci sostenitori e soci ordinari. I soci benemeriti sono coloro che per motivi speciali siano dichiarati tali dall’assemblea generale dei soci su proposta del Consiglio Direttivo. I soci sostenitori e ordinari sono coloro che contribuiscono finanziariamente alle necessità economiche dell’Associazione.

Articolo IV°
I soci hanno libero accesso alla sede negli orari stabiliti, di partecipare alle assemblee, di prendere visione del bilancio sociale.

Articolo V°
I soci sostenitori e ordinari hanno l’obbligo di:
a) accettare ed osservare in ogni loro parte ed a ogni effetto, sia lo statuto, sia il regolamento interno;
b) versare all’Associazione il contributo annuale fissato di volta in volta dal Consiglio Direttivo;
c) versare, qualora si presenti un passivo nel bilancio di chiusura annuale, una quota integrativa che verrà fissata dal Consiglio Direttivo.

Articolo VI°
La qualifica di socio cessa:
a) su precisa domanda scritta di recesso;
b) per la mancata partecipazione alle manifestazioni dell’associazione;
c) mancato versamento del contributo annuale;
d) per altri gravi motivi.

Articolo VII°
Il patrimonio sociale è costituito dagli strumenti musicali di proprietà dell’associazione, dai contributi degli associati, dalle erogazioni fatte a qualunque titolo a favore dell’associazione, dalle eccedenze attive di bilancio e dai beni mobili ed immobili di proprietà sociale. Eventuali premi e trofei che potessero spettare all’associazione costituiscono patrimonio della medesima inalienabile. Il patrimonio sociale è esclusivamente devoluto all’attività musicale ed al mantenimento in efficienza degli strumenti musicali e di tutto quanto altro necessario per l’esercizio di tale attività musicale.

Articolo VIII°
L’anno sociale si identifica con l’esercizio sociale che va dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno. Alla fine di ogni esercizio il Consiglio Direttivo provvede alla compilazione del bilancio sociale.

Articolo IX°
Il Consiglio Direttivo è composto da nove membri eletti dall’assemblea degli associati, dura in carica cinque anni ed è rieleggibile. I componenti del Consiglio Direttivo non hanno diritto ad alcun compenso. I componenti del Consiglio Direttivo eleggono fra di loro un Presidente, un Vice Presidente, un Segretario,  un Tesoriere ed un Archivista.

Articolo X°
E’ fatto obbligo a tutti i consiglieri in carica di presenziare alle riunioni del Consiglio Direttivo. Decade da consigliere quel membro che risulterà assente, senza valide giustificazioni, a tre consecutive riunioni di Consiglio.

Articolo XI°
Qualora durante il quinquennio, per dimissioni o altre cause, venisse a mancare un consigliere subentra nella carica il socio non eletto che nelle ultime elezioni del Consiglio Direttivo aveva però riportato il maggior numero di voti. In caso di parità di voti si procederà come previsto al successivo articolo XV°. Nel caso venisse a mancare un secondo consigliere, il Consiglio Direttivo continuerà comunque le sue funzioni fino all’assemblea ordinaria. Qualora venissero a mancare altri consiglieri, dovrà essere convocata immediatamente l’assemblea straordinaria per l’elezione dei membri mancanti.

Articolo XII°
L’assemblea ordinaria e straordinaria.
L’assemblea ordinaria è convocata dal Consiglio Direttivo ogni anno entro 30 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale per trattare gli argomenti posti all’ordine del giorno. L’assemblea straordinaria è convocata quando il Consiglio Direttivo ne ravvisi la necessità o quando un terzo degli associati ne faccia richiesta.

Articolo XIII°
Le assemblee ordinarie e straordinarie saranno sempre ritenute valide, qualunque sia il numero dei soci presenti, un’ora dopo l’orario di convocazione.

Articolo XIV°
Alle votazioni per le cariche sociali si procede esclusivamente a scrutinio segreto.

Articolo XV°
Possono intervenire all’assemblea e hanno diritto di voto, i soci benemeriti, sostenitori e ordinari che siano in regola con il pagamento delle quote sociali.
I soci che non possono intervenire all’assemblea hanno la facoltà di farsi rappresentare da altri soci mediante delega scritta; ciascun socio non può ricevere più di due deleghe.
Risulteranno eletti nel Consiglio Direttivo i candidati che avranno raggiunto il maggior numero di preferenze.
Nel caso che per l’ultimo posto nel Consiglio risultassero due o più nominativi con lo stesso numero di voti, si procederà ad una votazione fra questi ultimi nominativi; nel caso di nuova parità, si procederà per sorteggio.

Articolo XVI°
Al Consiglio Direttivo spettano i poteri esecutivi dell’associazione. Esso dirige ed amministra l’attività sociale. In particolare sono di competenze del Consiglio Direttivo:
a) l’amministrazione del patrimonio sociale;
b) la compilazione del bilancio;
c) la convocazione dell’assemblea degli associati;
d) proporre la quota annua sociale;
e) la nomina del maestro di musica;
f) l’acquisto di strumenti e materiale vario, necessario per l’andamento ordinario dell’associazione, per le spese straordinarie verrà opportunamente convocata un’assemblea straordinaria;
g) proporre variazioni allo statuto ed al regolamento interno;
h) proporre ed accettare nuovi soci.

Articolo XVII°
Alle riunioni del Consiglio Direttivo i membri presenti, purché superiori alla metà dei membri del Consiglio, hanno poteri in merito a qualunque decisione.

Articolo XVIII°
Il funzionamento tecnico amministrativo dell’associazione sarà disciplinato da un “Regolamento Interno” compilato dal Consiglio Direttivo, sottoposto ed approvato dall’Assemblea dei soci.

Articolo XIX°
Una copia dello “Statuto Sociale”, del “Regolamento Interno”, nonché il libro verbali delle assemblee dovranno essere sempre a disposizione degli associati nella sede dell’Associazione.

Articolo XX°
Le eventuali modifiche allo statuto dovranno essere approvate dall’assemblea col voto favorevole della metà più uno dei presenti.

Articolo XXI°
In caso di scioglimento dell’Associazione, il Consiglio Direttivo in carica ha l’obbligo di provvedere alla liquidazione della parte del patrimonio, tranne gli strumenti e gli accessori che saranno consegnati all’Amministrazione Comunale. Il ricavato dovrà essere devoluto in beneficenza.

Articolo XXII°
Per tutto quanto non è contemplato nel presente statuto, viene fatto riferimento alle disposizioni del Codice Civile

ti piacerebbe suonare uno strumento?
Vieni in banda!

Contattaci